Il Regolamento Generale sulla Protezione dei Dati (General Data Protection Regulation GDPR) è una nuova serie di normative che entrerà in vigore in Europa il 25 maggio 2018, con lo scopo di armonizzare e rafforzare la protezione dei dati per gli utenti in tutta Europa.

Se eroghi pubblicità direttamente o tramite uso di altri partner (Google AdSense, Criteo, etc.) tracciando gli utenti, allora GDPR ti riguarda direttamente. GDPR si applica a tutti i publisher che servono gli utenti europei e non solo ai publisher con sede in Europa.
Sia i Publisher che gli Ad Vendor sono responsabili della conformità GDPR.
Non prendere atto di GDPR potrebbe portare alla chiusura del tuo account Google oltre a multe salate (4% dei ricavi globali)

Clickio si impegna a rispettare pienamente GDPR. Scopri di più sul nostro approccio.
In che modo GDPR è diversa dalle precedenti leggi europee sulla protezione dei dati?
GDPR amplia la definizione di dati personali, che ora include indirizzi IP, cookie, ID di annunci per dispositivi mobili e altro ancora.
GDPR è extraterritoriale. Si applica a tutte le società che elaborano i dati personali degli utenti del SEE (Spazio Economico Europeo), indipendentemente dalla sede della società. Per esempio, un sito Web con sede in Brasile che mostra annunci o contenuti personalizzati per gli utenti dal Portogallo deve essere conforme a GDPR
GDPR stabilisce uno standard più elevato per il consenso dell'utente. Richiede il consenso per essere "specifico, informato, non ambiguo, attivo e liberamente dato". Il consenso deve poter essere facilmente revocato in qualsiasi momento.
GDPR introduce multe salate per non conformità, fino a 20 milioni di euro o il 4% delle entrate globali. Tutti coloro che fanno parte della filiera, dai publisher agli Ad Exchange con le DSPs potrebbero essere ritenuti responsabili. Ciò significa che gli Ad Exchange controlleranno attentamente il modo in cui i publisher si conformano al regolamento e ai requisiti di consenso.
Cosa significa GDPR per i Publisher?
Probabilmente il cambiamento più grande è l'obbligo per i publisher di ottenere il consenso dagli utenti del SEE prima di elaborare i loro dati personali e mostrare annunci personalizzati.

La maggior parte dei principali Ad Exchange richiederanno ai publisher di farlo dopo il 25 maggio. Per esempio, Google ha presentato una politica aggiornata di consenso degli utenti dell'UE che stabilisce i seguenti obblighi.

È necessario ottenere il consenso legalmente valido degli utenti finali a:
  • l'uso di cookie o altre memorie locali laddove richiesto dalla legge;
  • la raccolta, la condivisione e l'uso di dati personali per la personalizzazione di annunci o altri servizi.
Quando cerchi il consenso devi:
  • conservare i registri di consenso forniti dagli utenti finali;
  • fornire agli utenti finali istruzioni chiare per la revoca del consenso.
Devi identificare chiaramente ciascuna parte che può raccogliere, ricevere o utilizzare i dati personali degli utenti finali come conseguenza dell'utilizzo di un prodotto Google. È inoltre necessario fornire agli utenti finali informazioni importanti e facilmente accessibili sull'utilizzo dei dati personali degli utenti finali da parte di tale parte.
In che modo i Publisher devono raccogliere il consenso? Come deve essere l'interfaccia utente?
Cookiechoices.org, site by Google. "Here's a message that might be appropriate for your website, if you use products like Google AdSense or similar products from other organisations. Just remember, you'll need to adjust this to suit your own choice of vendors, uses of cookies and other information."
Al momento non è chiaro quale sarà lo standard del settore per l'interfaccia utente di consenso. Tuttavia, Google ha condiviso le sue linee guida su Cookiechoices.org.

Il primo pop-up di questo progetto di riferimento fornisce una comunicazione generale e richiede il consenso degli utenti. L'utente può fare clic sul collegamento e ottenere maggiori dettagli, incluso l'elenco completo di tutti i partner che potrebbero avere accesso ai dati.

Se l'utente è d'accordo, possono essere offerti annunci personalizzati.

Se l'utente rifiuta, viene visualizzata la seconda finestra che informa che gli annunci saranno ancora sul sito, ma non saranno personalizzati. Questa lingua di avvertimento indica anche che i cookie saranno ancora utilizzati sul sito. Questo è simile al vecchio banner "notifica cookie", che non richiede il consenso.

Clickio ha sviluppato un semplice strumento per il consenso degli utenti GDPR per i publisher basato su questo progetto di riferimento. Attivo e disponibile per tutti i nostri publisher.
In che modo i tag degli annunci Clickio gestiscono il consenso? Come passare lo stato di consenso?
Al fine di aiutare i publisher ad aderire a GDPR, i tag Clickio non offrono annunci personalizzati agli utenti SEE a meno che non ci sia una conferma di consenso.

Se si utilizza lo strumento di conseso di Clickio, non è necessario preoccuparsi di trasmettere il consenso ai codici Clickio, poiché avviene senza problemi. Gli annunci personalizzati verranno mostrati automaticamente agli utenti che accettano la raccolta dei dati.

Se si utilizza un altro strumento di consenso, è necessario inviare un segnale di consenso ai tag Clickio. Abbiamo creato una guida all'implementazione. Nel caso tu abbia domande, non esitare a contattare il tuo account manager dedicato o il team tecnico che sarà felice di aiutarti con l'integrazione.

Se si utilizza uno strumento IAB CMP per raccogliere il consenso, puoi scrivere a gdpr@clickio.com o contattare il proprio account manager per ricevere le istruzioni di integrazione.
Disclaimer: Le informazioni fornite su questa pagina non sono intese come suggerimenti legali o una descrizione completa della GDPR.